- Il Tempo - sabato 7 ottobre 2006 -

L'arte del Nord esposta alla Sinopia

UNA finestra di arte e cultura aperta sul Nord Europa, un'occasione speciale per scoprire tradizioni, estetiche e colori della Scandinavia: ad offrire, ai tarquiniesi ed ai visitatori, questo viaggio artistico è la Galleria Sinopia, non nuova ad eventi di questo tipo e di così pregevole realizzazione.

Da oggi le sale della galleria, situata in via Mazzini ed allestita e curata ormai da quattro anni dall'artista tarquiniese Zuccanti, saranno lo scenario di TaideTa Idè. Le Ceramiche del Nord, esposizione di quattro artiste scandinave che si protrarrà sino al 22 ottobre.

Brit Dyrnes, Barbro Hernes, Anne Marie Hagerup e Pirjo Eronen (le prime tre norvegesi, la quarta finlandese) hanno tutte alla base un'educazione ed una cultura da ceramiste, anche se, nel corso del tempo, sono giunte a sperimentare anche forme espressive e materiali diversi e cercheranno di riportare, nella Sinopia, la tradizione artistica del Nord Europa; l'evento, infatti, nasce con l'intento di comunicare quanto più possibile il costume ed il modo di intendere ed interpretare l'arte nei paesi scandinavi. Una mostra, come spiegano le artiste, che è già un'installazione: la trasformazione dello spazio espositivo (la galleria è stata, in questi giorni, laborioso campo di lavoro delle quattro protagoniste) comunica la cultura, i colori, la spiritualità degli abitanti del Nord.

L'inaugurazione della mostra (promossa dal Centro Studi Italo-Norvegese di Tolfa, dal Ministry of Foreign Affaire of Norway, la Norweigian Association for Arts and Crafts e l'Associazione Culturale Acviat) è prevista per oggi pomeriggio alle 17, con un piccolo incontro in piazza Soderini (dietro il Museo nazionale etrusco) dove Anne Grete Bergsland racconterà la «Storia di un miracolo» prima dell'esecuzione di alcuni canti finlandesi eseguiti dal soprano Susanna Ohtonen e dal pianista Manuela Cola.

Alle 18, infine, apertura della mostra presso la galleria Sinopia. La galleria Sinopia, come detto, non è nuova all'organizzazione di eventi di rilievo e rappresenta un esempio originale per la combinazione tra opere d'arte «con la A maiuscola» (pittura, scultura …) ed esposizione di oggetti di artigianato artistico e design ad evidenziare come, molte volte, il confine tra le due espressioni sia labile e, quindi, esse possano perfettamente convivere.


Torna alla prima pagina